Vai ai contenuti



Anni 1995/1996

13 dicembre del ’95.  La Fondazione, in occasione della rappresentazione teatrale di Gregoria  in Francia, si presenta all’opinione pubblica attraverso una locandina ("Fortunato Seminara: uno scrittore del sud nel cuore d’Europa") diffusa opportunatamente e portata alla conoscenza degli organi di stampa. Da quel momento inizia, tra l’altro, una continua e proficua collaborazione con i protagonisti delle iniziative su Seminara in Francia: Dora Mauro, Ginette Herry ecc.
16 giugno del ’96. Incontro a Maropati sul tema "F. Seminara e la sua opera", relatore il prof. Pasquino Crupi.
24 novembre.  Presentazione a Maropati di un’opera audiovisiva e di un volume dedicati allo scrittore, per la collana "Calabria … I Personaggi" realizzata da CINESUD 2.

Anno 1997


Luglio. Pubblicazione del romanzo inedito L'ARCA (ed. Pellegrini).
18-19 ottobre. A Polistena si tiene il Primo Convegno Nazionale sul tema: "Società meridionale ed esiti tecnico-stilistici nell’opera di F. Seminara" con la presenza di studiosi provenienti dalle Università italiane e dall’estero.
In quel contesto viene annunciata la pubblicazione degli Atti.
27 dicembre.  Presentazione a Gioia Tauro del romanzo  L'ARCA con un incontro sul tema "Riflessioni su  L’Arca", nel suggestivo locale Le Cisterne (un ex deposito per l’olio recuperato magnificamente e adibito a ritrovo culturale, luogo ideale per parlare del romanzo di Seminara il cui protagonista, D. A. Pedullà, è appunto un oliandolo in origine le cui vicende si svolgono principalmente nel territorio della Piana di Gioia Tauro e di Reggio Calabria).


Anno 1998

13 febbraio 1998. Presentazione del romanzo L'ARCA a Reggio Calabria un incontro-dibattito sul tema: "L’Arca: chiavi di lettura", relatori il prof. Aldo Maria Morace e il prof. Antonio Piromalli; tra i presenziatori l’editore W. Pellegrini. Per l’occasione viene riproposta la mostra fotografica ricavata dall’archivio fotografico dello Scrittore con le due sezioni dedicata una allo scrittore nelle sue diverse età, ai suoi amici, ai suoi luoghi; l’altra alla civiltà contadina (la mostra, apprezzatissima, era già stata esposta in occasione del Convegno Nazionale).
23 febbraio. la Fondazione partecipa a Napoli alla Fiera libraria GALASSIA GUTENBERG con  L'ARCA e un incontro sul tema: "Tributo a F. Seminara", relatore il prof. Sirri.
16 maggio.  "Conferenza sugli scrittori calabresi" presso l’Istituto d’Arte di Palmi promossa dal Preside prof. Saro Lucifero.
5 luglio. La Fondazione viene premiata nel contesto della V edizione del Premio Letterario "G. Guida" città di Praia a Mare.
16 settembre. La Fondazione riceve a Maida il Premio Speciale della Giuria assegnato all’opera  "L’Arca".
5 Novembre. La Presidente della Fondazione è presente a Mulhouse, in Francia per presenziare alla prima teatrale di GREGORIA portata in scena dalla regista Elisabeth Marie con la compagnia teatrale Scarface  Ensamble.
29 novembre. Ha luogo, con il patrocinio del Comune, una Cerimonia Commemorativa in occasione del trasferimento dei resti dello Scrittore nell’area sepolcrale "Il recinto della memoria". La conferenza nell’ambito della cerimonia ha per titolo "Un luogo della memoria per esaltare la vitalità di un artista" ed è curata dal Comitato Scientifico della. Tra i presenziatori, il figlio dello scrittore dott. Oliviero e il nipote dott. Roberto Seminara.
5 dicembre. L’onorevole prof. Vittorio Sgarbi (amico di famiglia del prof. Antonio Piromalli) viene in visita alla Fondazione, testimoniando il suo vivo apprezzamento per le opere di Fortunato Seminara e la sua attenzione nei confronti delle attività della Fondazione. Il C.d.A con apposita delibera ha nominato l’on. Sgarbi suo Membro Onorario.


Anno 1999
 

Gennaio ’99. Esce in Francia per l’editore Circè la traduzione integrale dell’opera QUASI UNA FAVOLA curata dalla professoressa Ginette Herry già autrice dell’adattamento teatrale della stessa nonché dell’adattamento radiofonico della seconda parte, PRIMITIVO PERENNE,  andato in onda su France Culture (la radio nazionale francese) con il titolo di Le Grillon et la mule (febbraio e giugno ’99).
5 Giugno. Viene riproposta a Strasburgo la rappresentazione teatrale di GREGORIA.
Luglio. Vengono pubblicati gli ATTI DEL CONVEGNO NAZIONALE che vengono diffusi e promossi nel mondo della cultura e delle Università italiane.
3 settembre. Si tiene a Rosarno Conferenza sul tema: "La Calabria di Fortunato Seminara.
30 ottobre. Nell’Auditorium di Polistena, Convegno per le scuole ed il mondo della cultura sul tema "F. Seminara: uno scrittore del sud tra solitudine ed impegno sociale".
11 dicembre, presso la sede della Fondazione, in occasione del conferimento dell’onorificenza di membro onorario alla prof. Ginette Herry, incontro sul tema "Sulle tracce di Gregoria" con visione dei momenti più salienti della rappresentazione teatrale.


Anno 2000

3-17 febbraio.
Permanenza di studio presso la Fondazione del prof. Erik Pesenti Rossi dell’Università di Strasburgo.
21 marzo. La famiglia dello scrittore e poeta Pietro Pizzarelli fa dono alla Fondazione Fortunato Seminara del materiale librario, delle lauree e delle onorificenze e premi, perché possano essere custoditi e valorizzati.
29 aprile.  Cerimonia di premiazione a Rosarno dei vincitori del concorso nelle scuole sulla figura e l’opera di Fortunato Seminara.
Settembre. La scrittrice e saggista Dora Mauro, impegnata sul versante francese per la diffusione della conoscenza di Fortunato Seminara, visita la Fondazione ed i luoghi seminariani.
Maggio. la Fondazione Cassa di Risparmio Cosenza dimostrando grande sensibilità culturale, concede la somma necessaria per il restauro conservativo della casa natale dello scrittore.
Dicembre 2000. Esce la ristampa, curata dal prof. G. Lombardo, del romanzo LA FIDANZATA IMPICCATA.


Bibliografia: "1995-2000: cinque anni di attività della Fondazione"F. Seminara", a cura di C. Adriana Cordiano -  Tipografia Bieffe, Polistena, gennaio 2001.